Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Blocco dei beni della banca centrale siriana, embargo del commercio di metalli preziosi, sono le principali sanzioni adottate a Bruxelles dai ministri degli Esteri europei contro la Siria.

L’Europa cerca di tagliare i finanziamenti del regime di Bashar Al Assad per fermare i massacri di civili e dà voce all’opposizione: il consiglio nazionale siriano è stato riconosciuto come uno degli interlocutori legittimi.

“E’ stato molto incoraggiante ascoltare l’opinione del consiglio nazionale siriano, sono un interlocutore per noi- ha dichiarato l’alto rappresentante per la politica estera Catherine Ashton- ma altre forze dell’opposizione dovranno parlare con noi a Bruxelles”

Il dodicesimo pacchetto di misure contro Damasco prevede nuove sanzioni contro oltre centocinquanta personalità e imprese legate al regime ma, sottolinea l’inviata di Euronews,
si tratta di misure limitate dall’opposizione di Russia e Cina. L’Europa al momento vuole risolvere la crisi siriana senza sforzi militari.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni