ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles protesta (ma non troppo) dopo la condanna dell'ex ministro ucraino

Lettura in corso:

Bruxelles protesta (ma non troppo) dopo la condanna dell'ex ministro ucraino

Dimensioni di testo Aa Aa

Unione Europea e Stati Uniti hanno reagito alla sentenza che ha portato alla condanna dell’ex ministro degli interni ucraino Yuri Lutsenko accusato di corruzione e abuso di potere.
La diplomazia occidentale si è detta “delusa” dalla decisione del tribunale ed ha ricordato a Kiev gli impegni bilaterali sottoscritti lo scorso dicembre.
Ma anche all’interno sono diverse le voci critiche.
Vitaliy Klitschko, leader di un piccolo partito d’opposizione non schierato con l’ex premier Tymoschenko, parla di “sentenza politica che conferma lo slittamento in atto verso un regime autoritario”.

Lutsenko avrebbe provocato un buco alle casse dello Stato paria 125 mila dollari. Lui ha sempre negato le accuse ed ha parlato di una montatura. In carcere ha anche fatto lo sciopero della fame perdendo 26 chili.
Da quando Viktor Ianukovitch è stato eletto presidente nel 2010 numerosi esponenti dei partiti legati alla cosiddetta rivoluzione arancione hanno avuto problemi con la giustizia. L’ex premier Timoschenko è in carcere da 7 mesi e deve scontare una condanna a 7 anni per abuso di potere