ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: referendum sulla costituzione. L'opposizione boicotta

Lettura in corso:

Siria: referendum sulla costituzione. L'opposizione boicotta

Dimensioni di testo Aa Aa

In Siria, ieri, secondo l’opposizione, oltre 70 persone sarebbero state uccise. L’agenzia governativa Sana parla di sei militari assassinati dai ribelli.

Non portano ancora frutti i negoziati per evacuare le vittime da Homs. Restano dunque bloccati anche i giornalisti stranieri feriti. Regime e insorti di rinviano la responsabilità dello stallo. Fonti citate da Al Jazira dicono che gli stessi inviati avrebbero preferito restare dove si trovano in assenza di una scorta affidabile.

Oggi è in programma il referendum sulla nuova costituzione. Organizzato per lanciare un segnale di apertura, le potenze antisiriane lo considerano invece una provocazione, come spiega il ministro degli esteri turco Ahmet Davitoglu:

“Non ci si può aspettare un referendum equo ed elezioni libere un paese in cui anche i giornalisti vengono uccisi”.

Per Damasco il voto è il primo passo verso la riconciliazione nazionale. La nuova carta fondamentale prevede la fine del ruolo guida dei baasisti e il multipartitismo. L’opposizione boicotta lo scrutinio e punta a rovesciare la dinastia Assad.