ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Senegal al voto in un clima di tensione

Lettura in corso:

Senegal al voto in un clima di tensione

Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiude con il voto di oggi la campagna elettorale più turbolenta della storia del Senegal. Tra ricandidature contestate ed esclusioni eccellenti, una delle più antiche democrazie africane rischia di deflagare nelle elezioni presidenziali.

Oltre 5 milioni di senegalesi sono chiamati alle urne in un clima di tensione, dopo gli scontri dell’ultimo mese scoppiati nel Paese per le contestazioni alla ricandidatura del presidente Abdulaye Wade, 85 anni, che punta al terzo mandato in deroga alla Costituzione.

A provocare la rabbia della piazza ha contribuito anche l’esclusione dalla competizione di Youssou N’Dour, icona pop e attivista dell’opposizione.

Il movimento Fed Up – Stufi – ha sollecitato gli elettori a non boicottare le urne, ma votare in modo massiccio contro il presidente uscente.