ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca 'circondata': in 34mila per girotondo anti-Putin

Lettura in corso:

Mosca 'circondata': in 34mila per girotondo anti-Putin

Dimensioni di testo Aa Aa

Una catena umana lunga oltre 15 chilometri per protestare contro Putin. È l’ultima iniziativa dell’opposizione russa contro i brogli elettorali, in vista delle presidenziali del 4 marzo.

Oltre 34 mila persone hanno circondato il primo anello stradale di Mosca e hanno promesso al premier pronto a tornare al Cremlino, una primavera di protesta.

“Voglio dimostrare che noi non accettiamo quello che accade quando ci sono le elezioni nel nostro Paese – spiega un dimostrante – Tutto quello che vogliamo sono elezioni giuste, semplici ed oneste elezioni”.

“Vogliamo che i nostri figli abbiano un futuro dignitoso – spiega una coppia – ecco perché siamo qui”.

Il movimento ha scelto una forma di protesta inedita in Russia, ma già usata nel 1989 nei tre Paesi baltici per rivendicare l’indipendenza da Mosca. Inoltre per questo tipo di manifestazione non c‘è bisogno di ottenere l’autorizzazione dal comune.

“Non possiamo ignorare tutte queste persone – spiega il giornalista Serguey Parkhomenko, fondatore della lega degli elettori – Guardatevi intorno. Non si tratta di un centinaio di appassionati folli. Non possiamo far credere alla gente che ci sia qualcuno dietro tutto questo. Chi controlla questa manifestazione? Chi l’ha organizzata? Nessuno. Chi è venuto qui pensa sia la cosa giusta da fare”.

Sotto una leggerissima nevicata, con temperature intorno allo zero, gli oppositori contraccambiano i saluti provenienti dagli automobilisti, molti dei quali con bandiere bianche sulle loro vetture, simbolo della protesta anti-Putin.

“Dovrebbero essere 34mila le persone unite per mano a circondare l’anello dei giardini – spiega l’inviato di euronews, Alexander Sashkov – Ma a prendere parte a questa iniziativa sembrano molte di più”.