ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Europa sorvegliata speciale al G20. Brasile "sì ad aiuti, ma riformare Fmi"

Lettura in corso:

Europa sorvegliata speciale al G20. Brasile "sì ad aiuti, ma riformare Fmi"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa preoccupa il G20 finanziario. Vecchie e nuove potenze economiche del pianeta, riunite a Città del Messico, sono al lavoro per risolvere la crisi europea del debito.

Il Brasile tira le orecchie a Bruxelles e chiede di implementare il fondo salva Stati. Il gigante sudamericano detta le regole in cambio di un suo aiuto:

“I mercati emergenti daranno il loro contributo quando saranno soddisfatte due condizioni – ha detto il ministro delle finanze di Brasilia, Guido Mantega – Innanzitutto rinforzare il firewall, che significa fare meglio di quanto visto fino ad ora con il fondo europeo di stabilità. Poi e soprattutto, realizzare la riforma del fondo monetario internazionale”.

Ad esortare l’Europa ad agire con rapidità, anche il segretario al Tesoro statunitense Timothy Geithner che parla di sistema finanziario sottocapitalizzato. Per responsabile dell’Economia di Washington, il Vecchio Continente non è al riparo da un fallimento finanziario.

L’Unione dovrà dissipare i dubbi del G20 nel prossimo Consiglio europeo di inizio marzo. All’Eurozona appare difficile digerire il fatto che altri paesi impongano la sua agenda. Lo fa capire il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schauble che sottolinea: “Non c‘è bisogno di immettere ancora denaro”.