ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: rogo Corano, appello alla calma di Karzai

Lettura in corso:

Afghanistan: rogo Corano, appello alla calma di Karzai

Dimensioni di testo Aa Aa

“Ora che abbiamo mostrato i nostri sentimenti, è tempo di essere pacifici”. Il presidente afghano, Hamid Karzai, lancia un appello alla calma dopo le violente proteste contro i Corani bruciati in una base statunitense, che hanno insanguinato il Paese.

Quanto all’uccisione sabato di due militari americani nella sede del ministero dell’Interno afghano, Karzai ha confermato che il principale sospettato è un agente di polizia che lavorava per l’intelligence.

Nonostante gli appelli, in Afghanistan non si arrestano le violenze. Sette soldati statunitensi sono rimasti feriti quando da un corteo è stata lanciata una granata in direzione della base Nato nella provincia di Kunduz.

L’Isaf ha confermato un’esplosione all’esterno di una delle sue basi nel nord dell’Afghanistan, senza fornire ulteriori precisazioni.

Secondo un’agenzia di stampa cinese, ci sarebbe anche una vittima civile.