Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

In migliaia hanno manifestato a San Pietroburgo, chiedendo le dimissioni di Vladimir Putin, gran favorito alle elezioni presidenziali che si svolgeranno in Russia la prossima settimana.
A scatenare la protesta, il timore di nuove frodi, dopo quelle avvenute durante le consultazioni parlamentari dello scorso dicembre.

Alla guida della manifestazione, il leader dell’opposizione ed ex campione di scacchi Gary Kasparov.

“Putin non può ignorare il popolo russo. Abbiamo il potere di rispedirlo qui. Il suo prossimo mandato sarà in prigione”.

Fervono intanto i preparativi per il 4 marzo, data della chiamata alle urne. I primi seggi sono stati installati; la grande novità, per dimostrare di combattere i brogli, delle telecamere che filmeranno tutto il processo di voto, dalla consegna delle schede fino allo spoglio.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni