ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Senegal al voto. Timori di violenze

Lettura in corso:

Il Senegal al voto. Timori di violenze

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Senegal vota in un clima di tensione che potrebbe destabilizzare in modo duraturo una delle più vecchie democrazie africane.

Il presidente uscente Abdulaye Wade mira a conquistare un terzo mandato. Le opposizioni lo accusano di non rispettare la costituzione, che impone un limite di due mandati consecutivi.

L’Unione Africana ha proposto un compromesso: in caso di rielezione, Wade dovrebbe accettare di restare in carica solo per due anni. L’ultraottantenenne capo di stato uscente non ne vuole sentir parlare e così pure le opposizioni che chiedono l’annullamento puro e semplice del voto e un suo rinvio di 6 o 9 mesi.

La situazione appare bloccata e a Dakar c‘è il timore di nuovi scoppi di violenza alla proclamazione dei risultati, dopo che la campagna elettorale ha già visto scorrere il sangue con un bilancio di una quindicina di morti e centinaia di feriti.