ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Conferenza "Amici della Siria", attivisti delusi


Tunisia

Conferenza "Amici della Siria", attivisti delusi

Reazioni deluse da parte degli attivisti dell’opposizione siriana, dopo la conferenza di venerdì a Tunisi. Rappresentanti occidentali e arabi si sono riuniti per tracciare una road map che porti il Paese fuori dalla spirale di violenze, ma i risultati sperati, tra cui il riconoscimento del Consiglio nazionale siriano, non sono arrivati.

È stato invece lanciato un monito a Russia e Cina.

“Se Assad impedirà il soccorso umanitario, si macchierà le mani di sangue più di quanto non abbia già fatto, e come lui, le nazioni che proteggono e armano il suo regime. Facciamo appello a questi Stati affinché cessino immediatamente di fornire armi che servono a uccidere civili”.

Per il leader dell’opposizione, la comunità internazionale deve garantire la fine delle violenze, il rilascio dei prigionieri e l’accesso alla stampa.

Tra le iniziative in discussione, c’era anche l’invio di una forza di peacekeeping congiunta Nazioni Unite-Lega araba, che avrebbe però bisogno del via libera del Consiglio di sicurezza Onu. Il prossimo appuntamento sarà a Istanbul tra tre settimane.

Prossimo Articolo

mondo

Sindaco NY: "Controllo della polizia su comunità musulmana legale e adeguato"