ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La talpa di Wikileaks non si dichiara colpevole né innocente

Lettura in corso:

La talpa di Wikileaks non si dichiara colpevole né innocente

Dimensioni di testo Aa Aa

Bradley manning, la presunta talpa di Wikileaks, è stato imputato formalmente di fronte alla corte marziale. Ventidue i capi d’accusa per il giovane militare, compreso l’aiuto al nemico e il furto di proprietà pubblica.

Nell’udienza di giovedì non si è dichiarato colpevole né innocente: una mossa che permette ai suoi legali di studiare fino all’ultimo la strategia difensiva. Finora, nella parte preliminare al processo, i suoi avvocati hanno percorso la strada dell’incapacità mentale, descrivendo il loro assistito come un giovane disturbato e con problemi sessuali.

Per aver fornito a Wikileaks informazioni confidenziali e documenti classificati, il ventiquattrenne ora rischia l’ergastolo.