ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Zona euro in recessione nel 2012, frena l'inflazione

Lettura in corso:

Zona euro in recessione nel 2012, frena l'inflazione

Dimensioni di testo Aa Aa

La zona euro sarà in recessione nel 2012, la ripresa potrebbe cominciare solo nell’ultima parte dell’anno. E’ fosco il quadro tratteggiato dalla Commissione Europea.

Per l’Unione nel suo complesso Bruxelles prevede una crescita zero, per i 17 Paesi dell’area euro un calo del pil dello 0,3 per cento. La seconda recessione in tre anni, causata dalla crisi del debito e dalla fragilità dei mercati finanziari.

“Il prodotto interno lordo dell’Unione Europea dovrebbe restare invariato nell’insieme, nel 2012”, afferma il commissario agli affari economici e monetari Olli Rehn, “mentre l’eurozona è entrata in una lieve recessione”.

Il rapporto della Commissione rivede nettamente al ribasso le stime precedenti: il pil dell’eurozona si contrarrà dello 0,3 per cento invece di crescere dello 0,5. Germania e Francia sfuggiranno alla recessione, Spagna, Portogallo, Italia e Grecia segneranno risultati negativi. Il pil italiano diminuirà dell’1,3 per cento.

Tra gli elementi che bloccano la ripresa anche la disoccupazione in aumento e la mancanza di fiducia delle imprese. L’indebolimento dell’attività economica frenerà l’inflazione prevista al 2,1 per cento nell’area euro. Il quadro generale resta comunque incerto e potrebbe persino peggiorare se non saranno adottate misure politiche adeguate.