ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: la galassia delle opposizioni fa sentire la propria voce

Lettura in corso:

Siria: la galassia delle opposizioni fa sentire la propria voce

Dimensioni di testo Aa Aa

L’evoluzione della rivolta in Siria crea sempre più preoccupazione tra la comunità internazionale, ma anche tra l’opposizione al regime di Bashar al-Assad. euronews ha assistito ha una conferenza a Istanbul e ha sentito il parere di Ahmed Ahlmoli dell’Unione delle Organizzazioni della Società Civile Siriana.

“Penso che gli eventi” spiega Ahlmoli “si stiano svolgendo rapidamente in Siria e credo che il regime si macchierà di altri delitti.
Stanno usando tutte le loro armi e facendo tutto quanto è in loro potere per distruggere ogni opinione contraria.
Quindi credo davvero che ci sarà una rapida evoluzione degli eventi”.

A Bruxelles ha invece fatto visita alla sede di euronews Georges Chachan del Consiglio Nazionale Siriano, l’organismo che raccoglie la maggior parte dell’opposizione al regime di Damasco. Gli è stato chiesto un parere su un possibile intervento militare internazionale in Siria:

“L’intervento militare di paesi stranieri è già una realtà da un po’ di tempo” dice Chachan.
“Ci sono gli iraniani, e la presenza di alcune fregate russe davanti alla costa siriana è una realtà. Questo rappresenta già un intervento in questa delicata fase della rivoluzione”.

Intanto a Beirut giornalisti libanesi e attivisti siriani hanno bruciato le bandiere russe in segno di protesta contro il veto di Russia e Cina al Consiglio di sicurezza dell’Onu. La manifestazione si è svolta dopo un incontro tra Medvedev e Ahmadinejad.