ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Liberato su cauzione Kim Dotcom

Lettura in corso:

Liberato su cauzione Kim Dotcom

Dimensioni di testo Aa Aa

Liberato su cauzione Kim Schmitz, alias, Kim Dotcom. Il fondatore del sito di condivisione dati Megaupload, non potrà utilizzare Internet e dovrà portare un braccialetto elettronico, ma potrà tornare a casa. La decisione della magistratura neozelandese è un colpo per gli Stati Uniti, che chiedono l’estradizione del miliardario trentottenne accusato di violazione dei diritti d’autore.

“Sono contento di andare a casa e di poter rivedere i miei tre bambini e mia moglie incinta. Immagino capiate che è tutto quello che mi sento di dire in questo momento”.

Kim Dotcom era stato arrestato il 20 gennaio insieme ad altri tre responsabili del sito.
Il giudice hq ritenuto che il rischio di il rischio di fuga è ridotto inquanto i beni di Dotcom sono stati sequestrati. Il sito, creato nel 2005 e basato a Hong Kong, sostiene di attirare 50 milioni di utenti al giorno. E’ stato chiuso il 19 gennaio dalla giustizia americana.