ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Aiea ritorna dall'Iran a mani vuote

Lettura in corso:

L'Aiea ritorna dall'Iran a mani vuote

Dimensioni di testo Aa Aa

Termina con un nulla di fatto la missione in Iran degli osservatori dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica. L’Aiea non è riuscita a mettersi d’accordo sul seguito dei negoziati riguardanti il programma nucleare. Il capo degli osservatori commenta così l’esito della due giorni a Teheran:

“Abbiamo tentato di raggiungere un accordo su come risolvere le questioni in sospeso. In particolare abbiamo discusso dei possibili risvolti militari del programma nucleare iraniano. Stiamo inoltre cercando di avere accesso a un sito rilevante per le nostre indagini”.

L’Agenzia dell’Onu si è vista negare l’accesso a Parchin, dove si sospetta la presenza di un sito nucleare all’interno di una base militare. Le sanzioni non spingono Teheran a dare maggiori garanzie sul proprio programma nucleare. Al blocco delle importazioni di greggio da parte dell’Unione Europea il ministro del petrolio ha risposto:

“l’Iran ha abbastanza clienti, quindi le sanzioni non ci pongono reali problemi”.

Il presidente Ahmadinejad da sempre dichiara che il paese ha bisogno del nucleare ed esclusivamente per fini civili. L’Ayatollah Alì Khamenei mercoledì ha dichiarato che Teheran non modificherà i propri programmi, qualunque siano le pressioni e le sanzioni internazionali.