ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disastro ferroviario in Argentina, forse un guasto ai freni

Lettura in corso:

Disastro ferroviario in Argentina, forse un guasto ai freni

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono almeno una cinquantina i morti del disastro ferroviario di Buenos Aires, il più grave dell’utimo secolo; 600 circa i feriti, molti di loro estratti a fatica dalle vetture contorte.

L’incidente mercoledì mattina nella stazione di Once, quando un treno con 2 mila pendolari a bordo non è riuscito a frenare e si è accartocciato contro la banchina.

“Sono scioccato”, racconta un superstite, “Era pieno di sangue. C’erano feriti ovunque, porte che volavano via”.

“La gente ha iniziato a rompere i vetri, a cercare di uscire come poteva”, dice un altro argentino, “Poi ho visto la locomotiva distrutta e il macchinista intrappolato tra le lamiere. C’erano un sacco di persone ferite, bambini, anziani”.

I vigili del fuoco hanno portato via i corpi delle ultime vittime, nascosti da alcuni teloni. Le ambulanze mobilitate non sono bastate a soccorrere i tanti feriti: alcuni di loro hanno ricevuto le prime cure direttamente sui marciapiedi, mentre i più gravi sono stati trasportati in ospedale via elicottero.

Tra i feriti anche il macchinista, che conferma il guasto ai freni. Ma c‘è chi punta il dito sulla pessima manutenzione dei treni argentini, forse all’origine anche di un altro incidente ferroviario che in settembre, sermpre nella capitale argentina, causò 11 morti e oltre 200 feriti.