ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Acta, l'accordo anti-pirateria finisce in tribunale

Lettura in corso:

Acta, l'accordo anti-pirateria finisce in tribunale

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ una prima vittoria per gli internauti che si battono contro Acta, l’accordo internazionale contro la contraffazione, accusato di minacciare la libertà dei consumatori in Internet.

La Commissione europea ha deciso di rivolgersi alla Corte di giustizia europea per verificare se questo trattato violi i diritti fondamentali dei cittadini. Nei giorni scorsi, migliaia di giovani hanno manifestato contro Acta in tutt’Europa.

Spiega il Commissario al Commercio estero Karel De Gucht: “Personalmente sono fiducioso, ritengo che non ci siano problemi nel trattato e che Acta protegga i nostri diritti d’autore. Non abbiamo petrolio o gas, non abbiamo minerali o particolari materie prime nel terreno, quel che abbiamo è la proprietà intellettuale, dovremmo preoccuparci di difenderla”.

La questione ha sollevato un forte dibattito anche tra i vari membri dell’esecutivo europeo.

L’accordo multilaterale firmato alla fine di gennaio intende combattere la contraffazione di varie merci e la pirateria su Internet, ma aprirebbe la strada a degli abusi, minacciando la libera circolazione dei contenuti sul web.

In attesa che la Corte di giustizia si pronunci, le ratifiche nazionali saranno sospese.