ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strauss-Kahn in stato di fermo per "sfruttamento alla prostituzione"

Lettura in corso:

Strauss-Kahn in stato di fermo per "sfruttamento alla prostituzione"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il vizietto di Dominique Strauss-Kahn dà nuovi grattacapi all’ex direttore del Fondo Monetario Internazionale. Dsk è da martedì mattina in stato di fermo per “sfruttamento della prostituzione” e “appropriazione indebita”. Si tratta di una misura automatica per la legge francese quando le accuse sono particolarmente gravi.

Dsk è trattenuto alla gendarmeria di Lille per l’interrogatorio nell’ambito della vicenda delle escort dell’Hotel Carlton di Lille. Avrebbe partecipato a serate erotiche, tra Francia e Stati Uniti, finanziate dai manager di due aziende francesi del settore sanitario e delle costruzioni. L’esperto di diritto aziendale, Christopher Mesnooh:

“Se questi festini e questi viaggi oltreoceano sono stati finanziati da gruppi francesi con fini legati alla prostituzione, molte persone finiranno nei guai, perché è utilizzo illegale di denaro aziendale. E se il signor Strauss-Kahn sapeva che le sue serate venivano finanziate in parte o in totalità con fondi aziendali appartenenti a grosse compagnie francesi, verrebbe considerato, come minimo, complice di questo utilizzo improprio di beni societari”.

L’ultimo dei viaggi in questione ha avuto luogo lo scorso maggio, alla vigilia dell’arresto di Dsk per lo scandalo del Sofitel di New York. La vicenda, che gli è costata la candidatura alle primarie socialiste e il posto all’Fmi, era terminata con il ritiro delle accuse per stupro da parte della cameriera dell’hotel.