ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: proteste contro base Usa per Corano bruciato

Lettura in corso:

Afghanistan: proteste contro base Usa per Corano bruciato

Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di afgani protestano nei pressi della principale base aerea statunitense contro le truppe straniere, accusate di avere bruciato copie del Corano. A Bagram hanno lanciato pietre e gridato la loro rabbia in seguito alla diffusione della notizia, che riguarderebbe soldati presenti alla base situata a nord di Kabul.

Il generale John Allen – che guida le forze Nato in Afghanistan – ha cercato di calmare le acque: “Ho ordinato un’inchiesta riguardante il rapporto che ho ricevuto nella notte – ha detto -. Ci stiamo muovendo per fare sì che non si verifichi mai più una cosa simile. Ve lo assicuro. Non si è trattato in alcun modo di un atto intenzionale”.

L’episodio rischia di infliggere un duro colpo all’immagine dei militari statunitensi, proprio mentre si procede al ritiro dall’Afghanistan. Già lo scorso anno il Paese fu teatro di numerose proteste dopo che un pastore protestante statunitense aveva bruciato una copia del Corano in Florida. Undici persone – tra cui sette funzionari Onu -morirono nell’assalto alla sede delle Nazioni Unite di Mazar-i-Sharif.