ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettonia: no al russo come seconda lingua ufficiale

Lettura in corso:

Lettonia: no al russo come seconda lingua ufficiale

Dimensioni di testo Aa Aa

I lettoni a larga maggioranza hanno detto no al russo come seconda lingua ufficiale.

È quanto risulta dal referendum nazionale che ha registrato una forte partecipazione, quasi del 70 per cento. E scatenato polemiche per l’esclusione dal voto di oltre 300 mila persone, che, pur pagando le tasse, nate e vissute in Lettonia, sono considerate non cittadini.

I promotori della consultazione auspicavano la fine di quella che considerano una discriminazione nei riguardi di una minoranza: i russofoni sono più di un terzo dei due milioni di abitanti di questa ex repubblica sovietica, indipendente da Mosca dal 1991 e parte della Nato e dell’Unione europea da quasi dieci anni.