ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: oppositori iraniani iniziano a lasciare campo Ashraf

Lettura in corso:

Iraq: oppositori iraniani iniziano a lasciare campo Ashraf

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iraq sfratta gli oppositori iraniani. Dopo trent’anni, i Mujaheddin del popolo inoziano a lasciare campo Ashraf – che gli era stato assegnato da Saddam Hussein – per spostarsi nell’ex base statunitense di camp Liberty, prima di lasciare il Paese.

L’operazione segue un accordo tra l’Onu e l’Iraq per il trasferimento di 3400 persone.

“Le due parti hanno concordato un modo per mettere fine alla presenza di questa enclave in terra irachena, attraverso il trasferimento a Camp Liberty – ha spiegato Faleh al Fayadh, consigliere per la sicurezza nazionale irachena – Consentiremo loro di lasciare l’Iraq e di decidere se raggiungere altri Paesi o tornare in Iran”.

Un primo gruppo di circa 400 oppositori iraniani ha già lasciato il campo, dopo 11 ore di perquisizioni. La decisione irachena aveva raccolto il consenso anche del Consiglio nazionale di resistenza dell’Iran che però paragona Camp Liberty a una prigione.

Il nuovo governo del primo ministro sciita Nuri al Maliki, vicino a Teheran, auspicava da tempo di chiudere campo Ashraf.