ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Hollande bugiardo". Il candidato Sarkozy parte in attacco

Lettura in corso:

"Hollande bugiardo". Il candidato Sarkozy parte in attacco

Dimensioni di testo Aa Aa

Salutato dal popolo a cui ha promesso di restituire la parola a colpi di referendum, il presidente Sarkozy ha subito mostrato il tono di quella che sarà la sua campagna da candidato. Annecy la città scelta per il battesimo della folla e il primo meeting ufficiale.

Difesa e contrattacco la strategia mostrata dal palco. “Ho commesso degli errori – ha detto Sarkozy – ma mi sono sempre sforzato di essere giusto, di essere sincero”.

Ricercato il contrasto con il socialista François Hollande: avversario che non nomina apertamente, ma critica a tutto tondo, rimproverandogli doppiezza e mancanza di sincerità.

“Presentarsi alla stampa inglese come liberali – dice Sarkozy riferendosi a una recente intervista al quotidiano ‘Guardian’ – e poi dire ai francesi che il nemico è la finanza vuol dire mentire, mentire mattina e sera”.

“Una Francia forte” la promessa trasformata in slogan per soffiare su un patriottismo, messo a dura prova dalla crisi economica.

E anche qui sembra intravedersi una ricercata contrapposizione con la presunta “debolezza” di un avversario socialista che, in vantaggio nei sondaggi, a Sarkozy ha subito risposto per le rime: “Lui – ha detto – è l’uomo della crisi. Io quello che la supererà”.