ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Moody's abbassa il rating delle banche europee, la Grecia fa paura

Lettura in corso:

Moody's abbassa il rating delle banche europee, la Grecia fa paura

Dimensioni di testo Aa Aa

La sorveglianza dell’Europa sulla Grecia non allenta le inquietudini. Ritardi e incertezze pesano sulla fiducia che il Paese possa farcela ad attuare le misure richeste e a rispettare il calendario della loro messa in atto.
La priorità resta il pagamento del debito. Ma secondo fonti governative anche con un nuovo piano di aiuti difficilmente il Paese sarà in grado di ridurre il rapporto debito pubblico/pil al 120% dal 160% attuale.
E il rischio di elezioni anticipate che potebbe distogliere, secondo alcuni osservatori, l’attenzione dai conti.

Vangelis Agapitos, analista finanziario: “Credo che spetti alla Grecia e al governo greco evitare un default incontrollato. Non credo che la faccenda finisca con il voto: finisce con l’applicazione delle misure. L’Europa ha difficoltà a capire come lo stato greco o il governo greco e i partiti greci continuino a fare questo gioco, mentre la situazione si è fatta sempre peggiore”.

Il prolungarsi della crisi e la diffidenza sulla capacità degli Stati ad onorare il debito ha portato Moody’s a colpire 114 istituti bancari europei. L’agenzia di rating ne ha tagliato l’outlook. Ma la scure di Moody’s si abbatte proprio alla vigilia del vertice europeo per la Grecia fissato per il prossimo 20 febbraio.
L’attenzione si sposta, dunque, sulla difficoltà non solo di risolvere la crisi del debito sovrano e sulle sue ripercussioni sul comparto bancario, ma anche secondo Moody’s, sull’incapacità dei governi di intervenire con adeguati provvedimenti per il sistema finanziario e con una politica monetaria accomodante.