ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cameron: più autonomia alla Scozia se rinuncerà all'indipendenza

Lettura in corso:

Cameron: più autonomia alla Scozia se rinuncerà all'indipendenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Più autonomia alla Scozia se rinuncerà all’indipendenza. E’ la promessa del premier britannico David Cameron in vista di un referendum che potrebbe mettere fine al matrimonio tra Inghilterra e Scozia, un’unione lunga 300 anni. Cameron, ha incontrato a Edinburgo il primo ministro scozzese Alex Salmond approfittandone per difendere il Regno Unito:

“Sicuramente la Scozia sarebbe in grado di governarsi autonomamente, ugualmente l’Inghilterra. Il punto è che lo facciamo molto meglio congiuntamente. Posso elencare una serie di ragioni pratiche dei vantaggi del nostro Regno Unito e lo farò. Ma la ragione per cui insisto coninvolge in parte i sentimenti: perché questa è una questione di cuore e di testa”.

Londra ha accettato il referendum in Scozia, ma vuole avere l’ultima parola sulle modalità: chiede uno scrutinio rapido e una sola domanda referendaria, mentre Salmond, sapendo che l’indipendenza è lontana dal raccogliere l’unanimità, vorrebbe anche un quesito su una maggiore autonomia. Il primo nimistro scozzese:

“Questo è un referendum che deve nascere dalla Scozia per gli scozzesi. Penso che il premier capisca che la politica scozzese ha una visione positiva del futuro e ha a cuore la gente, non il prestigio”.

Salmond vuole che il referendum si tenga nel 2014, in occasione del settecentenario della battaglia di Bannockburn, con la vittoria scozzese sull’Inghilterra.