ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, il presidente annuncia un referendum su nuova Costituzione

Lettura in corso:

Siria, il presidente annuncia un referendum su nuova Costituzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre il presidente al-Assad annuncia un referendum sulla nuova costituzione per il 26 febbraio, la Siria rimane avvolta nella spirale di violenza.

Una esplosione ha colpito un oleodotto di approvvigionamento di una raffineria nella città
di Homs. Il vicino quartiere di Bab Amro è rimasto sotto i bombardamenti delle forze governative.

Oltre a Homs anche nella capitale si registrano forti tensioni. Fonti vicine all’opposizione parlano dell’intervento delle forze d’elite in una zona di Damasco, dove sono in corso rastrellamenti e arresti.

Non si fermano nemmeno gli sforzi diplomatici per cercare una soluzione politica alla crisi. All’Onu il ministro francese degli Esteri, Alain Juppè, spiega che Parigi lavora a una nuova bozza di risoluzione cercando di coinvolgere anche la Russia.

“Dal canto nostro, stiamo lavorando a una rinegoziazione del testo. Domani l’Assemblea generale darà un voto simbolico, ma se alla fine avremo 130 o 140 paesi tra quelli che dicono stop al massacro, sarà una una presa di posizione simbolica, ma anche con una certa forza”.

Nel merito della proposta francese si punta a autorizzare l’istituzione di corridoi umanitari, per permettere un intervento dall’esterno in favore della popolazione civile, vera vittima della crisi.