ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare: l'Iran usa per la prima volta combustibile autoprodotto

Lettura in corso:

Nucleare: l'Iran usa per la prima volta combustibile autoprodotto

Dimensioni di testo Aa Aa

Teheran può fare da sè: la televisione pubblica iraniana ostenta oggi l’autarchia nucleare, il Presidente Ahmadinejad ha assistito nel reattore di ricerca di Teheran al primo utilizzo di barre di combustibile prodotte nel Paese.

Un passo avanti significativo nel programma nucleare iraniano, e soprattutto un passo destinato a rendere ancor più difficile la verifica internazionale sull’effettivo uso civile. Un passo, quindi, che sembra allontanare le possibilità di ripresa di un negoziato, ma che rientra anche nella tradizionale doppia corsia iraniana: da una parte la sfida all’occidente, dall’altra la mano tesa per nuovi negoziati. Colpito ora dalle sanzioni occidentali, l’Iran reagisce alzando i toni: non potendo più importare combustibile dimostra di saperlo produrre da sé, anche se persistono i dubbi sulla capacità di produzione a livelli in dustriali, soprattutto nel reattore di Teheran normalmente destinato alla produzione di isotopi per scopi medici e agricoli.

Ma Teheran afferma di aver arricchito uranio al 20%, dice che un arricchimento analogo partirà a breve nel nuovo impianto sotterraneo di Fordow, e conferma la messa in produzione delle nuove centrifughe nell’impianto di Natanz.