ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: "alcuni paesi europei non ci vogliono più nell'Eurozona"

Lettura in corso:

Grecia: "alcuni paesi europei non ci vogliono più nell'Eurozona"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’economia greca continua al ribasso nell’attesa dei 130 milioni di euro in aiuti internazionali ancora in sospeso. I ministri delle Finanze europei hanno posticipato l’incontro previsto per oggi sul piano salva-Grecia chiedendo garanzie per iscritto ai leader politici che i tagli approvati dal Parlamento verranno applicati anche dopo le elezioni di aprile. L’Eurogruppo chiede inoltre ad Atene di giustificare come riuscirà a tagliare i 325 milioni di euro di budget richiesti dalla troika. Il leader conservatore Samaras, favorito alle consultazioni, invierà una lettera per garantire il proprio impegno. Critico il ministro delle Finanze Venizelos:

“Ci sono dei poteri in Europa che vorrebbero vedere la Grecia fuori dall’Eurozona e che stanno giocando col fuoco perché pensano che le decisioni del 26 ottobre potrebbero non essere applicate ovvero sostengono che la Grecia non sia in grado di rispettare le condizioni stabilite”.

L’economia greca sta precipitando sempre più rapidamente verso il basso, con una contrazione del 7% nell’ultimo trimestre dell’anno scorso. Il premier Papademos ha dichiarato che se Atene non riuscirà a sbloccare i prestiti internazionali sarà una catastrofe economica. L’Eurogruppo si incontrerà lunedì prossimo.