ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Oréal: Liliane Bettencourt lascia cda, al suo posto il nipote

Lettura in corso:

L'Oréal: Liliane Bettencourt lascia cda, al suo posto il nipote

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ereditiera Liliane Bettencourt, quasi novantenne, dice addio al consiglio di amministrazione del gruppo L’Oreal, e lascia il posto al nipote Jean-Victor Meyers, che è anche il suo tutore legale e uno dei suoi tutori finanziari. Lo riferisce la società in una nota, precisando che la nuova nomina sarà sottoposta al voto dell’assemblea nel prossimo mese di maggio.
Meyers, 25 anni, è il primogenito di Francoise Meyers, la figlia della Bettencourt che ha chiesto alla giustizia la messa sotto tutela dell’anziana donna d’affari, ritenendola incapace di gestire il proprio patrimonio. Laureato in economia e commercio in Francia e negli Stati Uniti, ha già lavorato nel management di alcune divisioni di L’Oreal, ed è membro del consiglio di sorveglianza della holding familiare Tethys.
All’approvazione della nomina da parte del cda, l’amministratore delegato Jean-Paul Agon ha espresso la sua “soddisfazione nel vedere prolungarsi così il forte attaccamento della famiglia a L’Oreal”.
La causa intentata dalla figlia contro Liliane Bettencourt, e contro il suo amico Francois Marie Banier, accusato di circonvenzione di incapace, si era trasformata l’anno scorso in un vero e proprio scandalo politico. Dalle registrazioni clandestine effettuate dal maggiordomo dell’ereditiera nel suo studio, usate come prova al processo, erano infatti emersi finanziamenti in nero al partito del presidente francese Nicolas Sarkozy, l’Ump, attraverso il tesoriere ed ex-ministro Eric Woerth, costretto alle dimissioni proprio per questa vicenda.
Nei giorni scorsi, il tribunale di Bordeaux, a cui è stato assegnato il fascicolo su questo filone d’indagine, ha incriminato Woerth, con l’accusa di abuso d’ufficio passivo e
ricettazione.