ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo, oggi il referendum autogestito dei serbi  

Lettura in corso:

Kosovo, oggi il referendum autogestito dei serbi  

Dimensioni di testo Aa Aa

In quattro città del nord del Kosovo, i serbi hanno cominciato a votare per un referendum sul riconoscimento del governo indipendente di Pristina. 
 
La consultazione, autogestita dai circoli serbo-kosovari più estremistici, e considerata illegale dalla missione dell’Unu nel paese, ha un obiettivo simbolico:
 
“Vogliamo dire chiaramente che è nostra intenzione restare con la repubblica di Serbia. Le sole istituzioni legittime nel nord del Kosovo sono le istituzioni serbe”.
 
Contro il referendum, oltre all’Unione europea, si è espresso lo stesso governo di Belgrado, impegnato ad attenuare le tensioni politiche nell’area.
 
“Il referendum non rafforza la posizione serba nei negoziati, che si sviluppano su aspetti tecnici. La posizione serba è rafforzata dalla Costituzione e dalle leggi, che poi sono i paletti entro i quali i nostri negoziatori devono risolvere le questioni tecniche. Una volta finiti i colloqui sugli aspetti tecnici si comincerà a discutere delle questioni politiche. In tutti i casi il referendum non ha alcuna influenza sui punti legati allo status”.
 
Sui due milioni di abitanti del Kosovo, i serbi sono poco più di centomila, la metâ dei quali residenti nelle zone del nord.