ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Whitney Houston, una voce da favola

Lettura in corso:

Whitney Houston, una voce da favola

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata una delle grandi regine della musica pop negli ’80 e ’90. La voce di Withney Houston era un dono di Dio. Capace di stregare milioni di fan in tutto il mondo. L’arte ce l’aveva nei cromosomi: sua madre naturale era una strepitosa cantante gospel, la sua madrina, Aretha Franklin, un altro mito.

La colonna sonora di “The Bodygard” e la sua interpretazione al fianco di Kevin Kostner l’hanno consacrata nell’olimpo della popolarità, facendole scalare tutte le classifiche.

Withney Houston è entrata nel guinness dei primati vendendo 190 milioni di dischi ed è una delle donne piu’ premiate nella storia della musica.

La sua carriera è stata scandita da ben 6 Grammy Awards.

Ma la sua favola non è stata a lieto fine. Dilaniata dalle ferite del matrimonio andato male con Bobby Brown, è precipitata nel buio della depressione e della droga.

Withney aveva raccontato in tv la sua lotta con la tossicodipendenza. Ecco come ne parlava con Diana Sawyer dell’ABC:

Sawyer: E ‘ alcol, cocaina, marijuana, pillole?

Houston: Si’ a volte

Sawyer: tutto?

Houston: “. A volte”

Sawyer: “Pensi a te stessa come ad una tossicodipendente?”

Houston: “Non mi piace pensare a me stessa come dipendente, mi piace pensare che ho avuto una cattiva abitudine che può essere interrotta.

Ma ad interrompersi, a 48 anni, è stata una storia artistica eccezionale che ne aveva fatto un’icona. Non si interromperanno le emozioni che il suo talento di cantante e di attrice ci ha regalato per sempre. Risuonano nel suo ultimo album del 2009 e riaffioreranno, con un velo di tristezza, nel suo ultimo film, in uscita negli Stati Uniti ad agosto, ispirato alla vita di tre sorelle cresciute ad Harlem ed arrivate ai vertici dello star-system…Doveva essere il ritorno al cinema di Withney…è stato il suo saluto