ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Atene al voto sulle misure di austerità

Lettura in corso:

Atene al voto sulle misure di austerità

Dimensioni di testo Aa Aa

Fuori una piazza Syntagma ad Atene blindatissima,con centinaia di manifestanti.

Dentro il dibattito dei deputati ellenici, chiamati a decidere il destino della Grecia e indirettamente dell’euro.

Il voto del Parlamento sulle nuove misure di austerità è atteso intorno alla mezzanotte.

Nonostante l’uscita dalla maggioranza del partito di estrema destra Laos, e i possibili ribelli tra i socialisti del Pasok che sostengono il governo, il pacchetto dovrebbe ottenere i voti necessari.

L’agenda concordata con Unione Europea e Fondo Monetario Internazionale, per sbloccare una nuova tranche di aiuti da 130 miliardi di euro, prevede tagli del 22% al salario minimo, la cancellazione di 15.000 impieghi pubblici, liberalizzazioni e ritocchi ad alcune pensioni.

L’opinione pubblica è divisa, come emerge da queste testimonianze raccolte sul sagrato dell’antica chiesa della Metamorfosi ad Atene.

“La Grecia è finita. Non c‘è speranza, ci sarà la bancarotta, sopporteremo patriotticamente per dieci anni e alla fine riusciremo ad uscirne da soli”, commenta un uomo.

Un altro è più ottimista: “Andrà tutto bene una volta che il Parlamento avrà votato sì, perché dobbiamo andare avanti e non indietro”.

La gente parla di crisi economica e misure di austerità anche all’uscita dalla messa.