ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: ripresi bombardamenti a Homs

Lettura in corso:

Siria: ripresi bombardamenti a Homs

Dimensioni di testo Aa Aa

Non è stato ancora rivendicato l’attentato ad Aleppo che ha fatto almeno 28 morti e 235 feriti.

Il massacro, causato dall’eplosione di due ordigni davanti ad una base militare, colpisce al cuore la capitale economica della Siria, finora rimasta abbastanza a margine delle rivolte contro Bashar al-Assad.

Il regime parla di di “terroristi” sostenuti da non definiti Paesi arabi e occidentali, mentre l’opposizione accusa le autorità di voler distogliere l’attenzione dalle stragi in corso ad Homs, cuore della rivolta anti-Assad.

Proseguono anche oggi i bombardamenti della città, che hanno fatto già almeno quattro morti.

Un residente ha raccontato su Twitter di “centinaia di feriti ammassati nell’ospedale da campo di Bab Amro, assistiti solo da due medici e poche infermiere”.

L’ipotesi di un intervento internazionale in Siria, sul modello Libia, non piace all’Unione Europea, che sta lavorando per far passare un nuovo pacchetto di sanzioni per la fine del mese.

Il Paese è una pericolosa polveriera.

Gli scontri a fuoco avvenuti ieri a Tripoli, nel nord del Libano, tra fazioni pro e contro Assad sono una delle facce di questo complicato scenario.

È stata smentita la notizia sulla presenza di forze speciali del Qatar e della Gran Bretagna in territorio siriano.