ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dalla Siria al Libano si allunga la scia di sangue

Lettura in corso:

Dalla Siria al Libano si allunga la scia di sangue

Dimensioni di testo Aa Aa

Repressione sempre piu’ cruenta ad Homs, la città-simbolo della rivolta popolare contro il regime di Bashar al-Assad.

Nella giornata di sabato i bombardamenti si sono intensificati e, secondo fonti locali, almeno 7 civili hanno trovato la morte. Il conto dei caduti di questa ultima settimana di assedio sale a 300 persone.

Altro sangue versato a poche ore dagli attentati di Aleppo, definiti dal governo come atti di terrorismo, dove le vittime accertate sono state 28.

L’agenzia Sana ha dato notizia dell’uccisione di un generale medico a Damasco.

Gli scontri ormai interessano una porzione sempre piu’ ampia della Siria. A Zabadani l’osservatorio per i diritti umani di Londra segnala almeno 3 vittime e a Duma, alle porte della capitale, l’arrivo dei carri armati.

La polveriera siriana innesca reazioni e tensioni interconnfessionali anche nei paesi confinanti. A Tripoli, nel Nord del Libano, tre persone, tra cui un ragazzo di 17 anni, hanno perso la vita ed altre 20 sono rimaste ferite per un conflitto scatenatosi tra un gruppo di alawiti, sostenitori del regime di Assad, e uno di sunniti, schierati con i ribelli.