ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il difficile lavoro del personale sanitario a Homs

Lettura in corso:

Il difficile lavoro del personale sanitario a Homs

Dimensioni di testo Aa Aa

A Homs si contano nuove vittime. Nel quartiere di Bab Amro, nella parte sud-occidentale della città, solo oggi sarebbe arrivata una trentina di corpi in un ospedale improvvisato.

Gli operatori sanitari stentano a curare i feriti, spesso per mancanza di medicinali e attrezzature: “In tre ore sono stati lanciati più di 200 razzi, la situazione è catastrofica, chiediamo alla Croce Rossa e alla Mezzaluna Rossa turca di intervenire. Chiediamo a tutte le organizzazioni umanitarie di intervenire, perché Dio è l’unico che ci può aiutare ora”.

Nei giorni scorsi l’organizzazione Medici Senza Frontiere aveva denunciato la persecuzione in atto nei confronti di medici e feriti dell’opposizione, costretti a ripiegare su ospedali improvvisati, invece di recarsi in quelli pubblici per paura di essere torturati o arrestati.