ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: un flop la missione russa a Damasco

Lettura in corso:

Siria: un flop la missione russa a Damasco

Dimensioni di testo Aa Aa

Una visita di pura forma, delle promesse prive di ogni contenuto. La missione del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov a Damasco è un buco nell’acqua. Accolto da Presidente Bashar Al-Assad, Lavrov non ha ottenuto niente di più che l’impegno a far cessare le violenze e l’assicurazione che il Capo di Stato farà di tutto per la stabilità del Paese. La posizione di Mosca è stata criticata dagli Stati Uniti.

“La Russia deve rendersi conto che scommettere tutto su Assad è la ricetta per il fallimento, non soltanto per gli interessi russi in Siria ma anche per la stabilità della regione e per il futuro della Siria” ha detto il portavoce della Casa Bianca.

E mentre le violenze continuano e a Damsco vengono organizzate manifestazioni di sostegno al Presidente, aumenta il numero di Paesi che richiamano i propri ambasciatori dalla capitale siriana. Dopo gli Stati Uniti, anche l’Italia e numerosi Paesi europei così come i Paesi arabi del Golfo, a partire dal Qatar la cui bandiera viene bruciata in piazza a Damasco.