ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Primarie repubblicane: Santorum riapre i giochi

Lettura in corso:

Primarie repubblicane: Santorum riapre i giochi

Dimensioni di testo Aa Aa

Rick Santorum smette i panni dell’outsider per vestire quelli del vero rivale.

Nella corsa alla nomination repubblicana per la Casa Bianca, l’ultraconservatore, nipote di un immigrato di Riva del Garda, ha sbaragliato gli avversari in Missouri e nei caucus in Minnesota e Colorado.

“Non sono qui per propormi come alternativa conservatrice a Mitt Romney – ha detto Santorum dopo la proclamazione dei risultati – Sono qui per propormi come alternativaconservatrice a Barack Obama”.

Nonostante un budget ultramilionario, Romney mostra grande difficoltà nel farsi accettare nel profondo Midwest ultraconservatore. I numeri condannano Mitt ‘il moderato’ a giocarsi la candidatura Stato dopo Stato.

“Questa è stata una bella serata per Rick Santorum – ha ammesso il favorito alla vittoria finale – Voglio congratularmi con il senatore e augurargli il meglio. Noi proseguiremo per la nostra strada, mi aspetto di diventare il nostro candidato, con il vostro aiuto”.

Il martedì nero dell’ex governatore del Massachussetts si è concluso con un eccesso di esultanza da parte di un suo sostenitore.

Ma non sorridono nemmeno coloro che vedono allontanarsi la vittoria finale. Newt Gingrich non è riuscito a fare meglio di un terzo posto, con percentuali di poco sopra il 10%.

Bene Ron Paul in Minnesota, piazzato dietro all’uomo del giorno. Ma la sua corsa verso la sfida a Barak Obama sembra compromessa.