ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo: Vizer, "non è solo uno sport, ma un cammino di vita"

Lettura in corso:

Judo: Vizer, "non è solo uno sport, ma un cammino di vita"

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato un grande spettacolo quello dello scorso weekend al PalaBercy di Parigi, dove centinaia di atleti si sono presentati per l’ultimo Grand Slam di judo, utile alla qualificazione per i Giochi Olimpici di Londra.

Ovviamente il beniamino del pubblico è stato il cinque volte campione del mondo nella categoria sopra i 100 kg, Teddy Riner.

Il gigante di Guadalupa non ha deluso le aspettative, mettendo al tappeto in finale, in meno di un minuto il brasiliano Rafael Silva.

Uscito dal tatami vittorioso, al 22enne francese Euronews ha chiesto come facciano i judoka ad affrontare cosi’ tanti appuntamenti durante l’anno.

“E’ vero che ci sono molte gare, tra Grand Prix, Masters e Grand Slam, ma credo sia una buona opportunità per il judo. Inoltre sono competizioni di qualità, a cui partecipano solo i migliori. Penso sia un vantaggio per il judo, che cosi’ puo’ anche svilupparsi”.

Perchè il judo, come dichiara il presidente della Federazione internazionale, Marius Vizer, non è solo sport.

“Il judo, oltre ad essere uno sport olimpico, è un sistema educativo, è un cammino di vita con un codice morale molto prestigioso.

Penso sia normale che gli atleti e gli allenatori portino a casa dei soldi, come negli altri sport perchè, se confrontiamo il judo agli altri sport… beh, tutti i grandi atleti guadagnano soldi e quindi penso che sia giusto che anche nel judo ci sia questa possibilità”.

Il prossimo appuntamento per i judoka di tutto il mondo è il Grand Prix di Dusseldorf, in Germania, che si terrà il weekend del 18 febbraio.