ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I padri di Maastricht riconoscono la necessità di una governance economica per l'euro

Lettura in corso:

I padri di Maastricht riconoscono la necessità di una governance economica per l'euro

Dimensioni di testo Aa Aa

In piena crisi dell’euro, a Bruxelles si riflette sui vent’anni del trattato di Maastricht che ha creato la moneta unica, in presenza del suo architetto Jacques Delors.

Non è tempo di festeggiare per Joachim Bitterlich, allora consigliere del cancelliere tedesco Helmut Kohl: “E’ necessario agire immediatamente sul debito pubblico- dice- “Perchè per anni abbiamo sottovalutato la questione del debito come causa della crisi. D’altra parte bisogna pensare a come sostenere la crescita e l’occupazione”

Joachim Bitterlich è considerato uno dei padri del trattato che nel 1992 disegno’ l’architettura della zona euro. Ma già allora erano evidenti alcune lacune, l’assenza di un monitoraggio del debito e un eccessivo buonismo nell’applicazione delle sanzioni verso i paesi indisciplinati.

“La debolezza di Maastricht è dovuta alle note divergenze tra la Francia e la Germania nel dibattito sulla governance economica” riconosce Bitterlich.

La zona euro è passata da undici paesi a diciassette. Ma la crisi greca ha evidenziato la cattiva gestione e la necessità di urgenti riforme.