ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: Obama "lavoriamo a soluzione diplomatica"

Lettura in corso:

Iran: Obama "lavoriamo a soluzione diplomatica"

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele spinge per un attacco all’Iran, Teheran mostra i muscoli e gli Stati Uniti buttano acqua sul fuoco.

La minaccia atomica iraniana e il conseguente inasprimento delle sanzioni, riscaldano la regione mediorientale.

La Repubblica islamica prosegue nelle esercitazioni militari, dopo aver annunciato di voler chiudere lo stretto di Hormuz.

Mentre Barak Obama dice di lavorare a una soluzione diplomatica: “Qualsiasi intervento militare nell’area del Golfo sarebbe distruttivo e sarebbe controproducente per noi, con l’innalzamento del costo del petrolio – spiega il presidente degli Stati Uniti – Abbiamo ancora truppe in Afghanistan, che confina con l’Iran, e quindi la soluzione più gradita è diplomatica. Stiamo proseguendo su questa strada, ma non possiamo escludere alcuna ipotesi. Faremo in modo che l’Iran non sviluppi l’arma atomica e crei una corsa agli armamenti. Una corsa agli armamenti in una regione instabile”.

Israele, dal canto suo, dopo le voci di un attacco entro aprile, sembra tirare il freno. Il governo nomina Amir Eshel capo dell’areonautica, un generale prudente, scettico su eventuali azioni militari. Mentre Netanyahu avvisa i suoi ministri:

“basta chiacchiere sull’Iran”.