ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: gli anti Putin scendono in piazza

Lettura in corso:

Russia: gli anti Putin scendono in piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Per una Russia senza Putin, la protesta a Mosca sfida il freddo polare.
 
Armati di striscioni e palloncini bianchi, dicono no a un terzo mandato presidenziale del premier e promettono nuove mobilitazioni in vista delle elezioni di marzo.
 
Stando alla polizia, erano non più di 35 mila, oltre 120 mila secondo gli organizzatori.
 
“Mi ha spinto qui la collera per quanto sta accadendo nel paese”, spiega uno dei manifestanti, “Non voglio che i giovani restino a casa. Voglio che la Russia viva e respiri”.
 
“A muovermi è il senso di ingiustizia politica ed economica, l’ingiustizia totale”, aggiunge un altro dimostrante, “Prima di tutto, non c‘è economia reale, circa l’80 per cento della nostra economia non è competitiva nel mondo”.
 
“La cosa importante”, sottolinea un terzo partecipante, “è che le 5 richieste fatte ai raduni precedenti siano soddisfatte: nuove elezioni eque, riforme politiche, ritorno alla democrazia e alla libertà, sanzioni per i responsabili dei brogli, tutti, a partire dal capo della commissione elettorale”.
 
Una protesta a cui hanno aderito tutte le forze politiche di opposizione e i vari leader, in testa l’ex campione del mondo di scacchi Garri Kasparov, Grigoriy Yavlinskiy, Boris Nemtsov et Sergei Udaltsov.
 
Una mobilitazione che da Mosca si è allargata al resto del paese: “Secondo gli organizzatori¨”, commenta da Mosca Aleksandr Shashkov di euronews, “manifestazioni simili hanno avuto luogo in oltre 100 città russe”.