ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Maltempo: oltre 260 morti in Europa, caos trasporti

Lettura in corso:

Maltempo: oltre 260 morti in Europa, caos trasporti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ondata di gelo che sta attanagliando l’Europa durerà ancora alcuni giorni, e il bilancio delle vittime continua a crescere, soprattutto nell’Europa orientale: sono più di 260 i morti, per la gran parte in Polonia e Ucraina. A Kiev i centri d’emergenza sono stati presi d’assalto, in tutta l’Ucraina si contano più di 120 morti, le autorità hanno predisposto migliaia di tende riscaldate, ma non basta. I più colpiti sono i senzatetto:

“Vivo in un centro d’assistenza sociale, ma ci sbattono fuori alle otto di mattina, e dove dovrei andare? Per fortuna hanno installato questi posti per riscaldarsi un po’”

In Polonia sono oltre 45 le vittime, con temperature intorno ai trenta gradi sotto zero. Almeno 28 le vittime in Romania, e in Europa sono anche i trasporti a subire l’ondata di gelo: i presidenti serbo e croato sono rimasti bloccati da ieri dopo un vertice, anche all’aeroporto di Sarajevo i passeggeri cominciano a spazientirsi: “Stiamo aspettando un volo da due giorni, non ci danno nessuna informazione, non sappiamo che fare”, dice un passeggero diretto a Istanbul.

Se quella di Roma imbiancata è una immagine che commuove molti, il caos da neve non ha mancato di scatenare polemiche. Scuole e uffici pubblici nella capitale saranno chiusi anche lunedì.

Tra treni bloccati e slavine sulle autostrade, la situazione è drammatica nelle regioni appenniniche. 160.000 case sono senza elettricità. E comincia ad allarmare il taglio delle forniture di gas dalla Russia, meno trenta per cento anche oggi.


View The big freeze in a larger map