ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'opposizione sfida il gelo e invita a manifestare in massa contro Putin


Federazione russa

L'opposizione sfida il gelo e invita a manifestare in massa contro Putin

A un mese esatto dalle elezioni presidenziali, sostenitori e oppositori di Vladimir Putin sfidano il gelo e scendono in piazza oggi a Mosca per manifestare. L’opposizione punta a una mobilitazione di massa. Su internet gli organizzatori dispensano consigli su come proteggersi da temperature che arriveranno a oltre 20 gradi sotto zero.

Per la terza volta dalle contestate elezioni legislative di dicembre, decine di migliaia di persone si sono date appuntamento per contestare di nuovo il premier uscente, candidato favorito al voto presidenziale del 4 marzo: “Io vado sempre alle manifestazioni – dice un residente di Mosca -. Sono un democratico, non un nazionalista, non un attivista del movimento giovanile filo-Putin ‘Nashi’. Voglio un cambiamento. Voglio un nuovo sistema, tutto qui”. “Non credo che ci sia un’alternativa realistica a Putin – dice un’altra abitante di Mosca -. È tutto inutile. Ci sono tante cose da cambiare, ma non abbiamo una persona che lo possa rimpiazzare. In questo momento non vedo uno sfidante attendibile”.

Il movimento anti-Putin è una galassia variegata e ognuno ha la sua agenda. L’obiettivo resta quello di incrementare la pressione su un premier messo alla prova dalla più grave ondata di contestazione dall’arrivo a un potere che non vuole cedere.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Ucraina sprecona, infrastrutture obsolete fanno schizzare i consumi di gas