ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gelo e neve in Europa: temperature record

Lettura in corso:

Gelo e neve in Europa: temperature record

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono più di 120 le persone morte nell’Europa centro-orientale a causa del gelo e della neve: si tratta in maggioranza di senzatetto o abitanti in case dove il riscaldamento non c‘è o non basta. In Serbia, a causa delle copiose nevicate, quasi dodicimila persone sono isolate in una quindicina di villaggi in varie parti del Paese.

In Polonia, i pasti caldi sembrano non bastare per chi ne ha bisogno. Dall’inizio dell’emergenza gelo lo scorso venerdì, sono già morte una trentina di persone. Le temperature, che in alcuni posti sfiorano i 30 gradi sotto zero, scenderanno almeno fino a domenica.

In Ucraina il freddo è da record e più di 60 persone sono morte assiderate nell’ultima settimana. Qualcuno speranzoso guarda alla colonnina di mercurio, ma il fatto che si fermi a zero è una magra consolazione visto che è la temperatura di casa, e per scaldarsi i mezzi sono scarsi.

In un’area sperduta nel nordest dell’Ungheria un disoccupato va a caccia di carbone, nella speranza di potere combattere il gelo. Sa che non durerà a lungo, ma almeno per ora gli permetterà di scaldarsi un po’.

In Spagna le temperature quest’anno sono inferiori alla norma. Ma in barba al freddo siberiano, a San Sebastian, nel Paese Basco, qualcuno si avventura in acqua, forse per un bagno ritemprante.