ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Atene nella morsa di proteste e creditori

Lettura in corso:

Atene nella morsa di proteste e creditori

Dimensioni di testo Aa Aa

Si stringe intorno ad Atene la morsa di proteste e creditori. Alle nuove riforme richieste al governo per salvare il Paese dal baratro, la piazza risponde tornando ad alzare la voce.

Specchio dell’affanno politico, le alterne dichiarazioni con cui il Ministro delle finanze Venizelos e il premier Papademos parlano di trattative per il salvataggio “difficili” oppure “allo stadio finale”.

“La popolazione si sta impoverendo – dice Venizelos -. Stiamo attraversando un momento drammatico. E’ dolorosissimo tagliare pensioni e stipendi, ma l’alternativa a tutto ciò è assolutamente impensabile. E stiamo cercando di evitarla”.

Riduzione del salario minimo, imponenti tagli ai sussidi pensionistici e drastico ridimensionamento di tredicesima e quattordicesima, tra le richieste della Troika per arrivare al sospirato accordo coi creditori privati di Atene.