ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: no di Russia e Cina a intervento Onu

Lettura in corso:

Siria: no di Russia e Cina a intervento Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

La Lega Araba e gli Stati Uniti fanno appello al Consiglio di Sicurezze delle Nazioni Unite affinché adotti misure urgenti per fermare l’escalation di violenza nella crisi in Siria. Ma Russia e Cina si mettono di traverso.

Il Segretario di Stato americano Hillary Clinton ha parlato di una spirale di violenza ormai fuori controllo. La Lega Araba chiede che si aumenti la pressione attraverso sanzioni economiche.

“Ormai è evidente a tutti, le forze di Bashar Al-Assad hanno avviato attacchi sistematici per uccidere i civili. Ma sono sempre di più i civili che imbracciano le armi per opporsi alla brutalità del regime e assistiamo ad una spirale di violenza fuori controllo” ha detto.

Ma la posizione di Mosca è chiara: non è compito del Consiglio di Sicurezza prendere decisioni sulla politica interna di un Paese sovrano.

“Semplicemente non rientra tra le prerogative del Consiglio di Sicurezza, il Consiglio non può dare prescrizioni su questioni di politica interna. Altrimenti cominceremmo a dire quale Re debba andarsene, quale Premier debba dimettersi. Non sono proprio affari del Consiglio di Sicurezza” ha detto l’ambasciatore russo all’Onu Vitaly Churkin.

Secondo Clinton Assad sta spingendo il Paese verso la guerra civile e sta appositamente lavorando per mettere gli uni contro gli altri i gruppi etnici e religiosi. Il Segretario Generale della Lega Araba e Premier del Qatar Nabil Elaraby ha sottolineato che scopo dei Paesi arabi è evitare un intervento militare straniero in Siria.