ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Senegal: Wade aggira la democrazia

Lettura in corso:

Senegal: Wade aggira la democrazia

Dimensioni di testo Aa Aa

Rieletto alla presidenza nel 2007,

Abdoulaye Wade correrà per un terzo mandato.

Nell’accettare la sua candidatura, il Consiglio costituzionale ha avallato la tesi dello stesso Wade, e cioè che essendo stato eletto per la prima volta nel 2000 (la seconda nel 2007), il primo incarico è antecedente all’emendamento costituzionale, varato nel 2001, che statuisce il fatidico limite di due mandati.

A Wade, che prima della sua elezione rimase, 26 anni all’opposizione, si rimprovera di non aver fatto nulla per alleviare la povertà.

Nel 2000 mise fine a 40 di regime socialista incarnato dal presidente poeta Leopold Sedar Senghir e dal suo successore Diouf.

Le elezioni di 12 anni fa, ricordate come le presidenziali dell’alternanza , furono salutate come esemplari in un Continente abituato piuttosto a elezioni truccate e a nepotismo.

2:06 Wade et Karim

Una maledizione che si manifesterà nel secondo mandato di Wade, quando questi comincerà a dare segnali di deriva autoritaria.

Nel 2009, il presidente nomina un nuovo governo di cui fa parte anche il figlio, che ha riportato una cocente sconfitta alle municipali.

2:22 Statue inauguration 4-04-2010

Uun monumento per celebrare i 50 anni di indipendenza del Senegal, una statua in bronzo che costa 15 milioni di euro, gli allinea contro tutta l’opposizione.

Ndèye Fatou Touré, parlamentare dell’opposizione, Tekki Movement:

“Si tratta di un mostro economico nel contesto di crisi che viviamo, crisi alimetarepreceduta da una crisi finanziaria e energetica. È uno scandalo finanziario”.

Oggi l’opposizione denuncia uno colpo costituzionale: il 27 gennaio la Corte Costituzionale accettava la candidatura di Wade e respingeva quella Youssou ‘Ndour, sostenendo che il cantante non aveva raccolto le firme necessarie.

Youssou Ndour: “La storia si fa oggi; non accetteremo niente altro che la nostra costituzione. WAde non ha il diritto di presentarsi una terza volta. Questa è la mia ultima parola”.

Resterà un Paese esemplare il Senegal? L’oppositione non ci sta e promette battaglia. Fino a quando il Senegal resterà un PAese modello dell’Africa Occidentale?

“Polizia e manifestanti seguano la voce della non violenza”.Lo ha detto a Euronews il capo della missione degli osservatori Ue in Senegal, Thijs Berman, preoccupato per una situazione in cui la polizia spara proiettili veri contro esponenti dell’opposizione.