ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Romney-Gingrich sfida a 2 tra i repubblicani  

Lettura in corso:

Romney-Gingrich sfida a 2 tra i repubblicani  

Dimensioni di testo Aa Aa

Assapora il trionfo Mitt Romney. Il risultato delle primarie repubblicane in Florida è senza appello.
Quasi un elettore su due ha messo la croce sopra al suo nome.
Romney, ad urne ancora “calde”, ha rigraziato gli elettori di questo Stato chiave e si è proiettato nel futuro, riservando i suoi attacchi al presidente Obama. I suoi sostenitori commentano:
 
“Penso che questa vittoria equivalga a un colpo di grazia. Certo gli avversari non mancheranno di sferrare altri attacchi ma sono davvero soddisfatto di quanto Romney è riuscito ad ottenere in queste due settimane e mezzo di campagna”
 
“Credo che una vittoria cosi netta su Gingrich possa dare a Romney un grande slancio. E’ un ottimo punto di partenza, soprattutto in vista del prossimo SuperTuesday”
 
Il Supermartedi elettorale è previsto per marzo ma già a febbraio si svolgeranno le primarie in sette Stati. Romney è deciso almeno a bissare i risultati del 2008 quando aveva vinto in cinque di questi Stati qui colorati in arancione.
Costretto a rincorrere Newt Gingrich non demorde e già sprona i suoi sostenitori nella battaglia contro Romney che dipinge come il candidato miliardario e moderato, l’uomo dell’establishment
“La Florida dopo la Carolina del Sud ha mostrato in modo chiaro che la sfida è a due e oppone Gingrich il conservatore e il moderato del Massachusetts” ha sentenziato evitando di chiamare con il suo nome l’avversario.
 
L’ala dura del partito è con lui. Gingrich promette nuovi colpi bassi ma ha molti meno soldi di Romney e i soldi sono decisivi per la vittoria finale