ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: la crisi colpisce anche il calcio. I giocatori, non assicurati, scioperano

Lettura in corso:

Grecia: la crisi colpisce anche il calcio. I giocatori, non assicurati, scioperano

Dimensioni di testo Aa Aa

Una volta i campi di calcio non conoscevano crisi. Gli stadi erano sempre pieni. I calciatori erano strapagati.

Ma ora, le cose sono cambiate, soprattutto in quei Paesi, come la Grecia, che stanno affrontando una crisi dalla quale non riescono a uscire.

Ed è cosi’ che anche gli stadi si svuotano. E i calciatori scioperano.

I giocatori di prima e seconda divisione, infatti, hanno deciso di mettersi sul piede di guerra, per esser stati lasciati senza assicurazione, a causa dei mancati pagamenti delle spese di sponsorizzazione.

“Il calcio greco oggi sta andando incontro alla peggior crisi da quando è stata creata la lega professionisti” ha dichiarato Stelios Sfakianakis, Vice Presidente della Lega Calcio greca.

“Non abbiamo entrate al momento. Potremmo chiedere a compagnie private, ma a causa della situazione economica attuale la richiesta di fondi per il calcio risulta inappropriata. Le compagnie stesse hanno ridotto il loro budget”.

Il problema sarebbe nella sponsorizzazione con la OPAP, la società statale che gestisce il monopolio dei giochi, con la quale si sarebbe dovuto trovare un accordo entro lo scorso maggio. Ma cosi’ non è stato.

“E’ una situazione economica difficile, indipendentemente dalla professione” spiega Agisilaos Pasas, centrocampista del Ethnikos Asteras.

“Pero’ non possiamo certo accettare il fatto che non vediamo un euro da 7 mesi. E’ una questione di sopravvivenza; i giocatori sono forzati a chiedere soldi agli amici, alla famiglia. Bisogna assolutamente trovare una soluzione”.

Lo sciopero era stato annunciato dalla Lega Calcio greca per la prossima settimana, ma l’associazione calciatori ha deciso di anticipare e scendere, per cosi’ dire, in piazza subito, a partire dalla 15esima giornata, che si sarebbe dovuta disputare proprio oggi.