ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: Occupy DC sfida l'ultimatum e resta in piazza

Lettura in corso:

Usa: Occupy DC sfida l'ultimatum e resta in piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Il movimento Occupy DC non molla. Scaduto l’ultimatum della polizia, i manifestanti non hanno lasciato McPherson square a Washington dove da ottobre protestano contro le ineguaglianze sociali ed economiche, parte del movimento Occupy Wall Street che si ispira ai metodi della protesta nei Paesi arabi.

Disoccupati e studenti universitari hanno coperto la statua del generale James McPherson con una cosiddetta “tenda dei sogni”.

“Queste persone continueranno a compiere atti di disobbedienza civile”, dice un dimostrante. “Resteranno qui fino a quando potranno, fino a quando la polizia non li porterà via”

“Sono qui per protestare pacificamente”, afferma un altro manifestante. “Non voglio causare violenza, non ne ho alcuna intenzione”.

La polizia sorveglia l’area, non lontana dalla Casa Bianca, e per ora non ci sono stati arresti. Domenica invece un agente aveva fermato un ragazzo sparandogli una scarica elettrica alla schiena con una pistola taser, perché stava staccando gli avvisi di sgombero.