ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: piano pace Lega araba approda all'Onu

Lettura in corso:

Siria: piano pace Lega araba approda all'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo 11 mesi di rivolta e oltre 5.500 morti, la guerra civile siriana finisce sul tavolo delle Nazioni Unite.

Si discuterà del piano della Lega araba che chiede al presidente Bashar al Assad un passo indietro. La Russia minaccia il veto. Ma si lavora per convincere Mosca ad una risoluzione che non preveda l’intervento militare.

“Esiste un piano per una transizione politica che parta dal cessate il fuoco e arrivi alle dimissioni di Bashar al-Assad”, ha detto il ministro degli esteri francese Alain Juppé in partenza per New York.

A Damasco si combatte strada per strada. L’esercito ha ripreso il controllo della città. Gli attivisti per i diritti umani denunciano oltre cento morti nelle ultime 24 ore, tra i quali 8 bambini.

L’opposizione parla di massacro e fa appello alla Russia. “Chiediamo a Mosca – dice il capo del Consiglio nazionale siriano, Burhan Ghalioun – che ha legami storici con il popolo siriano, di non permettere che il regime di Assad sfrutti il suo sostegno per continuare ad opprimere il popolo siriano”.

La Russia prende tempo rendendo noto che prima di qualsiasi discussione sulla possibile successione ad Assad, vuole prima studiare le conclusioni della missione degli osservatori della Lega araba. Chiederà che il rapporto sia tradotto e sia fatto circolare tra i membri del Consiglio di Sicurezza.

La missione della Lega Araba è stata sospesa nei giorni scorsi per l’inasprirsi delle violenze e per mancanza di collaborazione – ha detto il capo della delegazione – delle due parti in conflitto.